Multiculturalità

Come accogliere per integrare

I temi connessi a innovazione e cambiamento sociale e culturale sono parte integrante della mission aziendale di Autogrill. Ancora prima che si mettessero in moto i fenomeni contemporanei legati alle migrazioni globali, la filosofia del Gruppo è sempre stata quella di promuovere il cambiamento, assecondare la trasformazione e anticipare i nuovi scenari.
La multiculturalità dei collaboratori rappresenta una ricchezza e un’importante leva di crescita e riflette il progressivo mutare di una situazione che vede connessi clienti, prodotti, servizi e modelli di consumo. Solo con il supporto di collaboratori provenienti da culture diverse si possono affrontare le sfide dei nuovi mercati: per questo motivo le attività di accoglienza, inserimento e integrazione dei neo assunti stranieri rappresentano un impegno costante da parte del Gruppo. La sfida della multiculturalità è quella di promuovere una cultura organizzativa rispettosa delle differenze e in grado di garantire pari opportunità. Si tratta di una sfida che molti paesi europei stanno vincendo raggiungendo traguardi importanti.

Il Food & Beverage

In Spagna, Autogrill ha stabilito il “Plan de Igualdad”, una politica a favore delle pari opportunità per tutti i collaboratori. A questa iniziativa si sono aggiunte una serie di soluzioni specifiche, come l’esonero dal servizio del personale di religione musulmana durante il periodo del Ramadam e la possibilità, per i collaboratori immigrati, di usufruire di un mese di ferie senza interruzioni per tornare nel loro paese di origine.
Ai collaboratori in Belgio viene data la possibilità di assentarsi dal lavoro per un mese (non retribuito) in aggiunta al periodo di ferie, per stare con la propria famiglia. Sempre in Belgio vengono organizzati dei corsi di lingua olandese durante le ore di lavoro: l’insegnante lavora insieme al dipendente e nello stesso momento lo aiuta a imparare la lingua proprio nello svolgimento dell’attività lavorativa.

Nazionalità nel F&B Europa

In Italia, per valorizzare le competenze dei collaboratori e migliorare ancora di più il servizio offerto ai clienti è stata svolta una ricerca sulla conoscenza linguistica di tutti i dipendenti. Ognuno ha ricevuto delle spillette con le bandierine delle lingue straniere principali parlate: oltre all’inglese, al francese e lo spagnolo, cento persone parlano romeno e molto diffusa è la conoscenza del russo, polacco e arabo. HMSHost ha predisposto kit illustrativi su piani sanitari e sistemi pensionistici in diverse lingue, manifestando la consolidata sensibilità americana sui temi della non discriminazione. Inoltre, all’interno delle location che maggiormente ne hanno bisogno, sono stati organizzati corsi di inglese come seconda lingua in maniera da aiutare i lavoratori stranieri nel processo di integrazione. Anche a livello di sede Italia nel 2012 sono aumentate le ore di formazione riguardanti le lingue straniere, per permettere una più facile collaborazione con i colleghi di altri paesi. Inoltre, in sede,circa 50 persone di diverse nazionalità sono state coinvolte in corsi di formazione sul tema della crossculturalità, al fine di aiutarle a identificare le modalità e gli strumenti per lavorare in maniera efficace all’interno di team multiculturali, multinazionali e dislocati sul territorio europeo.

Infine, per permettere una maggiore integrazione e aumentare la facilità di “movimento”, è stata introdotta una policy di Gruppo per la gestione degli expatriate. Nel 2012 infatti diverse persone hanno intrapreso esperienze di varia durata (da pochi mesi ad alcuni anni) in altre nazioni rispetto al proprio paese di provenienza.

Origine etnica nel F&B Nord America

Il Travel Retail & Duty-Free

Un tema molto sentito e attuale è quello della creazione di una “diverse workforce” (per esempio, persone in grado di parlare diverse lingue) in quanto nuovo strumento capace di generare valore per i clienti del Gruppo.
All’interno di World Duty Free Group sono state definite una serie di policy mirate su temi di diversity e pari opportunità. Sono stati elaborati dei piani di uguaglianza finalizzati a prevenire ed evitare forme di discriminazione (salariale, di svolgimento di carriera, ecc.) tra uomini e donne - tutte iniziative create in conformità con la normativa vigente e con gli accordi presi con le parti sociali.
Infine, conseguentemente alla creazione di un unico gruppo a gestione delle attività retail, è stato introdotto il programma internazionale di scambio tra Spagna e Regno Unito (nel 2012 cinque collaboratori vi hanno preso parte) e corsi di spagnolo sono stati resi disponibili ai collaboratori di sede e ad alcuni della rete vendita.

Nazionalità nel TR